Per maggiori informazioni chiama il nostro numero verde:  800-600-877

Valutazione previsionale del clima acustico e di impatto acustico

Consulenza per la valutazione del clima acustico su particolari tipologie di insediamenti


La L. 447/95 - Legge quadro sull’inquinamento acustico - pubblicata sulla G.U. n. 254 del 30.10 95 prevede all’art. 8 comma 3 che sia predisposta una VALUTAZIONE PREVISIONALE DI CLIMA ACUSTICO delle aree interessate alla realizzazione delle seguenti tipologie di insediamenti:

  • scuole e asili nido;
  • ospedali;
  • case di cura e di riposo;
  • parchi urbani ed extraurbani;

nuovi insediamenti residenziali prossimi alle opere di cui al comma 2 (Aeroporti, aviosuperfici, eliporti; strade di tipo A,B,C,D,E,F(tutte); discoteche; circoli privati e pubblici esercizi; ferrovie ed altri sistemi di trasporto collettivo su rotaia), quindi tutti gli insediamenti residenziali.

La Legge Regionale n.13 del 2001 -Norme in materia di inquinamento acustico- ha previsto all’art. 5 comma 3 che la documentazione di clima acustico sia soggetta a parere da parte dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente (ARPA); con Delibera n. VII/83131 del 8.03.03 la regione ha stabilito le “Modalità e criteri di redazione della documentazione di previsione di impatto acustico e di valutazione revisionale di clima acustico” 

E’ pertanto necessario che all’atto della progettazione delle opere sopra indicate, venga predisposta preventivamente una Valutazione di Clima Acustico avente come finalità l’accertamento della compatibilità acustica dell’opera in oggetto, al fine assicurare un confort acustico all’interno delle residenze e valutare l’opportunità o meno di predisporre interventi di mitigazione acustica per limitare l’immissione acustica prodotta da strutture stradalie/o ferroviarie o da altre sorgenti nonché evitare eventuali contenziosi.

Per la predisposizione della Valutazione di Clima Acustico è necessario preventivamente un incontro “interdisciplinare” tra tutti i soggetti interessati all’opera (impresa edile, acustico, geometra, architetto, ingegnere, termotecnico, ecc..) al fine valutare la miglior predisposizione dei locali all’interno delle unità abitative e di tutte le tecnologie impiantistiche previste in un edificio che potrebbero incidere significativamente all’interno delle residenze.

Definito “a tavolino” la miglior collocazione dell’edificio e dei locali all’interno delle unità abitative, nonché la disposizione degli impianti significativi quali ascensore, centrale termica, sistemi di climatizzazione, ecc…, la Valutazione di Clima Acustico sarà composta dalla seguente documentazione:

  • stralcio del PRG
  • stralcio della zonizzazione acustica territoriale;
  • misure acustiche ante operam nell’area di intervento per valutare il “clima acustico”;
  • valutazione del “pacchetto della superficie muraria perimetrale” comprensiva dell’isolamento delle superfici finestrate;
  • Eventuali opere di mitigazione.

Si ricorda che dovranno essere comunque rispettati i requisiti acustici passivi dettati dal DPCM 05.12.97

Per maggiori informazioni relative a questo servizio compila il modulo sottostante